L’origine dell’Editto Bulgaro

Molti non sanno cosa sia l’Editto Bulgaro, ma invece rappresenta un esempio (grave) di come mettere il bavaglio alla Libertà di Stampa.

Tutto nacque a ridosso delle elezioni del 2001, con la trasmissione satirica di Daniele Luttazzi “Satyricon”.

Tutto partì dal fatto che Luttazzi invitò come ospite il giornalista Marco Travaglio.

Durante la trasmissione Travaglio commentò atti pubblici di Tribunale in cui si cercava di capire se la provenienza dei fondi di Berlusconi e di Mediaset erano leciti o meno.

La trasmissione è interessante, da rivedere per capire come vanno realmente le cose.

Di seguito postiamo la prima parte del video  (presente su Youtube) diviso in tre parti a causa della lunghezza del servizio.

A breve anche le due altre parti.

La cosa folle è che a farsi delle domande in Italia non sono i giornalisti (cosa normale nel resto del mondo), ma un comico, coadiuvato da un giornalista.

La trasmissione fece scalpore perchè in Italia  non è molto usuale capire chi è colui che si presenta per guidare il paese.

Ed infatti ad un anno dalla vittoria delle elezioni, Berlusconi iniziò a porre il bavaglio a chi diceva la verità: Biagi, Santoro e Luttazzi.

Inoltre in seguito a ciò Berlusconi, Mediaset, Fininvest e Forza Italia intentarono causa di 41 miliardi di lire contro Luttazzi.

Berlusconi & C. persero perchè i giudici riconobbero a Luttazzi che non aveva detto cose false.

In un paese che si definisce democratico la SATIRA non può dare fastidio, come diceva Montanelli!

Satyricon Parte 1

L’origine dell’Editto Bulgaroultima modifica: 2007-11-12T20:50:00+01:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo