Il pensiero di Montanelli sulla vicenda Luttazzi

Per molti Luttazzi è solo un comico che dice cavolate. Ma perchè poi queste cavolate fanno così male? Uno può anche ignorarle.

Ben più grave è quello di volerli fare tacere.

Rivediamo l’intervista a Indro Montanelli che commenta il caso Luttazzi (ricordiamo che ancora non c’era stato l’Editto Bulgaro, ma solo la telefonata di Berlusconi a Santoro).

Montanelli non era certo un appassionato di certa Satira, eppure la difende perchè voce di libertà.

Montanelli commenta: “Era il Fascismo che proibiva la satira. In un paese democratico la satira dovrebbe essere indenne da controlli politici perchè la satira prende in giro la politica ma è “satira”. Ogni regime serio e democratico accetta la satira, come si accettano le caricature politiche. Era Mussolini che non le sopportava……..Come si fa a chiamare un partito “Democratico” che dice quando saremo noi al Governo faremo piazza pulita?”.

In un’intervista al quotidiano “Repubblica” Montanelli rispondeva così su satira e politica (fonte repubblica.it):

“Tutta questa polemica è nata dal programma di Luttazzi. Lei vede programmi di satira politica in televisione? Come li giudica?   “Ne vedo, come no. Beh: l’unico modo per combattere questa cosa è la satira. Che sia sempre fatta bene però non direi, molto spesso è volgare anche quella. Ma forse è peggiore la facilità, la spontaneità con cui Berlusconi mente, e con cui le sue menzogne, a furia di ripeterle, evidentemente vengono bevute dagli altri.

Il pensiero di Montanelli sulla vicenda Luttazziultima modifica: 2007-11-14T15:20:00+01:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo