Il Popolo della Libertà pronto a “cacciare” Travaglio dalla Rai

2d500a55c0e9264c2b6384fb4b3aac1b.jpgCi risiamo. Chi proprio non ha digerito l’Editto Bulgaro, se ne dovrà sorbire, ahimè, un altro.

Secondo le dichiarazioni di Paolo Romani, sottosegretariocon delega alle Comunicazioni, Travaglio è : “inammissibile, a mio avviso, come figura inquadrata in un servizio pubblico”.

La traduzione è: Travaglio parla troppo e male contro certi politici, va messo il bavaglio come a Biagi, Santoro e Luttazzi.

Ancora più assurda la giustificazione sulle accuse di Travaglio verso Schifani: ” Contesto il suo modo di fare informazione. L’intervista in cui attribuiva a Schifani frequentazioni mafiose è stata solo un esempio di come la concepisce. Travaglio ha detto che Schifani avrebbe frequentato dei mafiosi. Mentre, come ormai tutti sanno, queste persone furono indicate come mafiose solo diciotto anni dopo l’incontro con Schifani. Questa precisazione, non proprio secondaria, andava fatta. Travaglio spesso dà informazioni che sono corrotte dalla pura passione politica. Non va bene per il servizio pubblico“.

Quindi se conoscete qualche mafioso, ma ancora nessuno sa che è mafioso, potete stare tranquilli. Della serie se aveste conosciuto Toto Riina prima che i magistrati capissero chi era, non avevate fatto nulla di male!

Questo il discorso di Romani. Ricordate che Travaglio sarà cacciato da qualcuno che dice di essere del Popolo della Libertà! Ma dove vedete voi tutta stà libertà??!!!!!

Della serie: colpirne uno….per colpirne cento!

Far tacere i giornalisti scomodi è censura, altro che libertà. Intanto Emilio Fede non lo censura nessuno, spara cavolate dalla mattina alla sera ed è ancora là. Ma lui ha scelto la parte politica liberista!

Antoni Di Pietro ha dichiarato: “le dichiarazioni del sottosegretario Romani sono peggio dell’editto bulgaro di Berlusconi. Si vuole togliere il diritto di parlare a chi ha il coraggio di raccontare fatti anche quando essi sono scomodi alla politica perché è nelle intenzioni di questo governo lasciare la libertà di parola al solo portavoce o a quanti parlano per nome e per conto suo.

Il Popolo della Libertà pronto a “cacciare” Travaglio dalla Raiultima modifica: 2008-05-20T09:23:27+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Il Popolo della Libertà pronto a “cacciare” Travaglio dalla Rai

  1. A quando una rivolta contro questi buffoni? Ma la nostra libertà di capire chi la difende? Forza Travaglio!

  2. Premettendo che sono apolitica.. il colpirne uno….per colpirne cento mi è sembrato parecchio fascistone…c’è anche da dire che pure la sinistra non è che sia il paese dei balocchi.
    la mia opinione dei politici è che siano un gruppo di mafiosi arrivisti e cocainomani che sono riusciti ad arrivare alla guida di un paese svicolando le tappe utilizzando la vecchia tecnica delle “conoscenze”. E poi si chiedono perché noi giovani scappiamo dall’Italia.

    un sussurro, whisperedscream.

  3. Se Emilio Fede avesse un’influenza pari ad un decimo di quella dei suoi colleghi, liberi pensatori scevri da condizionamenti politici, Santoro, Biagi, Floris, Travaglio, Fazio, Mentana, Celentano, Costanzo, Lutazzi (…….ma quanti sono ?) sono quasi certo che la vittoria di Berlusconi sarebbe stata ancora più ampia, ma è stato più che sufficiente il contributo dei suddetti.

  4. ahhh, comodo cacciarlo, bell’esempio di democrazia, la verità fa male…perchè invece non gli facciamo fare una decina di PRIME SERATE senza guinzaglio, documenti alla mano (come sà fare lui)??? Quando una persona è informata dà fastidio!
    Magari se non IGNORASSIMO certe cose, l’Italia andrebbe un pò meglio. Ricordiamoci che alcune delle notizie che si sentono oggi, hanno origine ben più “antiche” negli anni indietro, una casa si fa dalle fondamenta, e viene su con il tempo, sulle basi di come è stata fatta! (vedi Schifani, bella scusa i 18 anni), e ecc… Perchè invece di cacciare Travaglio non togliamo tutti i decreti sulla prescrizione tanto cercata….? Perchè invece di lasciare Rete4, non facciamo vedere agli italiani cosa pensa il mondo politicamente di NOI? Certo non quello che ci raccontano i mantenuti al governo..Basta fare un giro su YOUTUBE x vedere certe cose. La TV del futuro sarà in rete, e spero per certi aspetti minimamente influenzabile. Speriamo che non sia troppo tardi.

I commenti sono chiusi.