Bossi: offende la bandiera italiana e gli insegnanti del sud

c2ea08fca54d5eb965ec6074b7e8a233.jpgEnnesima uscita poco felice di Uberto Bossi.

Al congresso della Liga Veneta, in corso a Padova, Bossi fa il gestaccio del dito medio sull’inno dell’Italia e contro la Bandiera Italiana.

Mesi fa, se un gestaccio del genere fosse stato fatto da un componente del Governo di Prodi, Allenaza Nazionale e Forza Italia si sarebbero “stracciati le vesti”.

Adesso ci sarà la solita uscita di Berlusconi “Ma Bossi scherza, ha espressioni colorite”, mentre quelli di Alleanza Nazionale non muovono un dito e sanno stare solo carponi.

Questi sono oggi gli uomini che ci governano, che governano l’Italia.

Da una parte si professano Ministri della Repubblica Italiana, dall’altro gli sputano sopra.

Mi dà fastidio il fatto che questo gesto passi poi come il gesto di un buontempone.

Chissà cosa succederebbe se al passaggio di un Bossi o di un Berlusconi si facesse questo gesto.

La verità è che il Ministro Bossi sarebbe passibile di Reato Penale perchè oltre all’inno offende anche la Bandiera (Art. 292 Codice Penale: “Chiunque vilipende con espressioni ingiuriose la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000. La pena è aumentata da euro 5.000 a euro 10.000 nel caso in cui il medesimo fatto sia commesso in occasione di una pubblica ricorrenza o di una cerimonia ufficiale”).

Poi Bossi e Berlusconi parlano di dialogo con l’opposizione. Secondo voi si può dialogare con i “cafoni”?

La seconda stoccata va verso gli insegnanti del Sud che insegnano al Nord.

Secondo Bossi gli insegnanti del Sud non dovrebbero insegnare agli alunni del Nord: “basta al far martoriare i nostri figli da gente che non viene dal Nord. Un nostro ragazzo è stato ‘bastonato’ agli esami perché aveva portato una tesina su Carlo Cattaneo”.

All’idiozia non c’è mai limite.

Basterebbe che il Ministro Bossi controllasse i dati del Ministero: senza gli insegnanti del Sud gli alunni del Nord non avrebbero istruzione.

E’ grazie a “ragazzi” e Professori del Sud che si fanno 1000 Km, abbandonano le loro famiglie, fanno sacrifici se gli “eletti” alunni del Nord Hanno un’istruzione, altrimenti le scuole del Nord starebbero con le pezze sul “didietro”.

Per quanto riguarda le bocciature basterebbe che certi liceali del nord si dedicassero meno a divertimenti, alcool e studiassero di più, ed eviterebbero di essere delle capre. 

Bossi dovrebbe chiedere “SCUSA” a caratteri cubitali a chi lavora per dare un’istruzione ai nostri ragazzi e smetterla di offendere la gente onesta che lavora a 1000 Km. da casa e pensare di più a far muore quei quattro neuroni che abitano nella sua testa.

E dovrebbe rassegnare la dimissioni se non si riconosce nell’Italia e nei suoi valori, perchè una persona così non può essere Ministro.

Bossi: offende la bandiera italiana e gli insegnanti del sudultima modifica: 2008-07-20T19:00:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Bossi: offende la bandiera italiana e gli insegnanti del sud

Lascia un commento