Elezioni Europee: Fine della Democrazia se si cambia la Legge Elettorale

520716455.jpgIl Consiglio dei Ministri sta vagliando l’ipotesi di cancellare la Preferenza per le prossime elezioni Europee.

Attualmente chi vota per le Europee può scegliere i nomi di tre candidati che lo rappresenteranno al Parlamento Europeo.

La maggioranza della Casa delle Libertà vuole invece introdurre il blocco delle preferenze per permettere solo ai partiti chi mandare al Parlamento Europeo.

Questo è un ulteriore attacco alla Democrazia del nostro paese.

Ricordando che la Costituzione cita che il “Popolo è sovrano” mi sembra che qui l’unico “sovrano” siano i partiti che decideranno nella stanza dei bottoni i fedelissimi da mandare a rappresentarci in Europa, sottraendoci la capacità di scelta.

A noi resterà solo la facoltà (per il momento) di scegliere l’appartenenza politica.

Si obbietterà che l’assenza di preferenza è presente in altri paesi euroopei come Francia e Germania.

Ma si dimentica che in questi paesi ci sono le Primarie obbligatorie a cui partecipano i cittadini, fattore inesistente in Italia.  

A questo furto al momento si oppone solo l’UDC di Casini.

Il centro sinistra sta a guardare mentre un altro pezzo di Democrazia va via.

Personalmente credo che si debbano raccogliere firme, gridare, far sentire la nostra voce di cittadini ed elettori.

Perché se i partiti che ci dovrebbero rappresentare non si muovono è giusto che, per senso civico, si muova ogni uno di noi.

Elezioni Europee: Fine della Democrazia se si cambia la Legge Elettoraleultima modifica: 2008-09-18T14:32:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Elezioni Europee: Fine della Democrazia se si cambia la Legge Elettorale

Lascia un commento