Berlusconi non è proprietario di televisioni!

Ma lo sapevate che Berlusconi non è proprietario di alcuna televisione?

A sostenerlo è l’europarlamentare Stefano Zappalà.

E lo fa nientepopòdimeno che al Parlamento Europeo.

Ma evidentemente si deve essere dimenticato che l’europarlamento non è fatto della stessa pasta di quello italiano.

E infatti si è levata una massa di sonori (e giustificati) fischi.

In Europa ci sono ancora televisioni libere che dicono la verità, che il Berlusca non può ancora comprare.

Ma tranquilli, non sentirete mai parlare di questa notizia ai TG nazionali, ne sui grandi quotidiani.

Sicuramente impossibile la visione sul TG4 di Emilio Fede e neanche sul Sudditissimo “Il Giornale”.

Berlusconi non è proprietario di televisioni!ultima modifica: 2008-09-29T16:59:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

33 pensieri su “Berlusconi non è proprietario di televisioni!

  1. http://www.lapatriagrande.net/05_sociedad/animales/un_loro_artista.htm
    Internet a Cuba

    Hugo Chávez, presidente del Venezuela, dopo la nazionalizzazione della CANTV, l’impresa telefonica venezuelana, con la finalità di portare Internet a tutti i venezuelani, punta adesso allo sviluppo di Internet in tutta l’america latina. In particolare a Cuba, durante l’ultima visita, ha firmato un accordo per la creazione di una società mista per la diffusione di Internet nell’isola caraibica. Il lancio del primo satellite venezuelano, ad agosto 2008, servirà per incentivare le telecomunicazioni ed alleviare la dipendenza dalle multinazionali, sia del Venezuela, che degli altri paesi dell’America Latina e di Cuba. Mentre la stampa italiana (come il Corriere della Sera) fortemente impegnata a criticare la politica del regime di Cuba che reprime la libertà ed Internet, tirando fuori la storia dei blog clandestini della Generazione Y, dimentica che in Italia l’alta velocità è privilegio delle grandi città, in quanto per la multinazionale Telecom non è economicamente conveniente portarla l’ADSL non solo ai piccoli centri, ma anche a medie città di 30.000 abitanti, come Lucera (in provincia di Foggia) o in alcuni quartieru di taranto … http://www.lapatriagrande.net/04_opiniones/attilio_folliero/internet_a_cuba.htm

  2. Berlusca ha le Tv e il PD ha la RAI senza sborsare un soldo, e io pago l’abbonamento. Grazie Berlusca che non mi fai pagare.
    Telecom è governata dalla sinistra e poi lo chiamano partito dei lavoratori. Dove hanno lavorato Vetroni, Dalema e tutti i compagnuzzi fedeli leccapiedi degli industriali. Mentre Berlusca facva il grano Prodi e compagni facevano il debito degli italiani.

  3. BRAVA TERESA!mentre a sinistra fingono di fare il bene dei lavoratori ma non sanno un cavolo e soprattutto non hanno mai lavorato (vivono con lo stipendio ke gli diamo noi e poi ci ritroviamo coi debiti!!!), a destra gli economisti veri cercano di raddrizzare una situazione tragica.il problema è che chi commenta non sà nulla e non capisce nulla di economia.
    FORZA BERLUSCA,FORZA TREMONTI, FORZA BRUNETTA E TUTTI GLI ALTRI!

  4. Oramai le figuracce in giro per il mondo non mi sconvolgono più di tanto. Quello che mi fà venire la pelle d’oca è l’indottrinamento degli adepti alla setta di forza italia. Queste persone, giovani o anziane, non riescono a valutare in modo oggettivo quanto succede grazie alle scellerate scelte del loro leader. Sono convinto del fatto che la sinistra italiana sia, tranne che per qualche eccezione, formata da un gruppo di opportunisti incapaci, ma altrettanto convinto che questi al governo siano un gruppo di banditi.

  5. @ RAFFAELLA

    “a destra gli economisti veri cercano di raddrizzare una situazione tragica”…..per dovere di cronaca prenditi i dati economici dell’Italia 2001-2006 e confrontali con quelli degli altri Paesi. Tremonti capisce di Economia quanto Maria de Filippi di Fisica nucleare. Prima di parlare STUDIATE i dati economici in maniera apolitica, apartitica e con maturità. Quando faremo la fine dell’Argentina si darà la colpa ai nostri nonni che non hanno continuato il Fascismo…ma per favore!
    Avete un pò perso l’obiettività!

  6. X administrator

    Su, su, siate onesti…Basta accendere la Tv e aprire i giornali per vedere che tutti tendono “politicamente” a sinistra. La bibbia della sinistra, La Repubblica, è il quotidiano piu’ letto, su carta e sul web. I commentatori “politici” in tv sono al 99% di sinistra: Santoro, Annunziata,Floris,Lerner, l’ex del manifesto Riotta e tutta la pletora di nani e ballerine d’appoggio all’ideologia di sinistra.

  7. @ antikom
    se parliamo di nani attualmente è al Governo, ma si occupa anche di ballerine.
    Giusto per ricordare una frase di Berlusconi: La sinsitra ha occupato tutti i posti di potere: “le università, la magistratura, le scuole medie, le superiori…….”anche gli asili aggiungerei io!
    Come ho già detto è abbastanza stuffevole essere additato come di Sinistra quando invece si è soli stufi di sentire cavolate come quella dell’Onorevole Zappalà.
    Tra un pò vedremo la Fata turchina tra i ministri e gli asini volanti come mezzi di trasporto.
    Piuttosto che perdere tempo a dire al Parlamento Europeo che Berlusconi non è proprietario di televisioni, non ci si poteva occupare della crisi economica a livello mondiale?
    Berlusconi cosa fa? Temporeggia?
    Germania, Gran Bretagna e Benelux si sono già mossi. Noi cosa stiamno aspettando?

  8. X administrator

    Bisogna distinguere tra mass media commerciali e mass media di propaganda, anche tra le tv.

    Il regime è sempre lo stesso da 50 anni si è solo allargato: prima il regime aveva solo la RAI ( poi arrivo’ Berlusconi…come si permise ? il regime non glielo ha mai perdonato ) oggi il regime ha al suo servizio molti piu’ mezzi di propaganda e piu’ giornalisti, da Floris a Santoro dall’Annunziata a Lerner e molte piu’ testate, da Repubblica all’Unità, da RAI3 a RAINews 24, alla 7 e i due soli grandi gruppi mediatici italiani: il Gruppo Espresso Repubblica e Rcs Mediagroup. Ora si sono fatti la tv “personale” e di propaganda anche Walterone e D’Alemino.

    Questo mentre Mediaset manda in onda grandi fratelli, telefilm e isole varie…

    L’informazione politica, la propaganda di tipo politico, è saldamente in mano alla sinistra.

    Berlusconi è il re di film e telefim, la sinistra invece, della propaganda.

  9. @ antikom
    Siamo evidentemente su opinioni diverse. Ti consiglierei di andare a vedere le nomine alla RAI del periodo 2001-2006, la cacciata di Biagi, Santoro, Luttazzi, i vari tentativi di delegittimare la Magistratura (terzo potere indipendente dello Stato), ecc. Se pensi che Berlusconi sia solo il Re dei film e telefilm allora stai certo che Babbo Natale e la Befana esistono.
    Saluti.

  10. Ma dove vive questo Zappalà? Ha mai guardato le TV Mediaset? Ha mai visto Fede o Vespa? Chi sono i proprietari di Mediaset? Dimenticavo! Sono i figli di Berlusconi per il 65% ed il mercato per il 35%. Quindi le tre reti non rispondono al Premier e neanche le reti Rai che appartengono allo Stato. Non si sa a chi appartiene La 7; forse alla sinistra. I parlamentari europei hanno dimostrato di conoscere le vicende italiane meglio di questi scenziati e nani che noi mandiamo a rappresentarci

  11. …ho letto tutti i post : ragazzi c’è da divertirsi veramente !!!
    neanche davanti all’evidenza (vedi i comportamenti dei “nominati” in parlamento) la “gggente” riesce a far lavorare le celluline grige ….. smettetela di ripetere quello che sentite dire da fede , ferrara , santoro o floris , ragionate con il vostro cervello e guardate il bianco per bianco e il nero per nero : probabilmente arrivereste ad altre conclusioni ! ciao

Lascia un commento