Cinese picchiato a Roma: continuano a non chiamarlo razzismo

685111556.jpgUn cittadino Cinese di 25 anni è stato picchiatoma sangue a Roma a Tor Bella Monaca, in viale Duilio Cambellotti.

E’ stato picchiato a sangue da un gruppo di giovanissimi (14 e 17 anni) residenti nella zona, per motivi puramente razziali.

Il gruppo di ragazzi gridava “cinese di merda” e picchiava violentemente il giovane.

Il Sindaco Alemanno ha dichiarato di voler intervenire. Ma come?

Il circolo Cuore Nero a Roma, le violenze a sfondi razziale in molte parti del Paese, aggressioni, stupri e omicidi (ultimo quello del ragazzo italiano di colore per un pacco di biscotti) sono il sisntomo che il paese stà attraversando un momento di buio.

La colpa è di chi proclama dalla mattina alla sera il problema sicurezza ad opera unicamente di clandestini ed immigrati.

Questo paese ha perso il senso civico di rispetto ed integrazione.

Ma cosa aspettarsi se il vice sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini, proclama odio razziale dal suo palco?

Questi sono i frutti di quanto si semina.

Cinese picchiato a Roma: continuano a non chiamarlo razzismoultima modifica: 2008-10-02T23:50:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento