Profondo rosso. La crisi finanziaria si fa sempre più nera

77000457.jpgLa crisi finanziaria non accenna a diminuire.

Le ultime notizie fanno prevedere un mercoledì nero, nerissimo per tutte le borse mondiali.

Ieri Wall Street aveva chiuso con un – 5%.

 

E stamattina le cose non vanno meglio:

  • Tokyo chiude con un -9,4%, a 9.203 punti;
  • la borsa di Mosca chiude per eccesso di ribasso (-11,47% dopo un minuto di contrattazioni);
  • Istanbul viaggia su -7,56%;
  •  Amsterdam -6,16%;
  •  Bruxelles -6,69%;
  •  Parigi -4,6%;
  • Francoforte -4,97%;
  • Londra -3,99%;
  • Madrid -3,76%;
  • Zurigo -3,94%;
  • Milano – 7%.

Unicredit prima sospesa, poi riammessa perde l’8,83%.

I mercati non accennano a riprendersi ed intanto vanno in fumo miliardi.

La Banca d’Inghilterra ha immesso altri 200 miliardi di sterline nel sistema.

Il governo inglese è pronto a investire fino a 50 miliardi di sterline per ricapitalizzare le 8 banche investite dalla crisi dei mutui subprime.

In tutto questo caos il Governo italiano resta alquanto immobile con semplici rassicurazioni.

Bersani dichiara: “Il governo se ne sta con le mani in mano a guardare che tempo che fa”. E lancia la proposta di costituire una “task force per rassicurare il Paese” sul fatto che si sta lavorando tutti, senza creare allarmismi.

Profondo rosso. La crisi finanziaria si fa sempre più neraultima modifica: 2008-10-08T10:36:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Profondo rosso. La crisi finanziaria si fa sempre più nera

Lascia un commento