Gelmini e Giordano contestati a Milano

La combriccola formata dal Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, Fedele Confalonieri e il Direttore de Il Giornale Mario Giordano (nonchè quotidiano del Premier Berlusconi) sono stati visibilmente contestati nella sede della Mondadori di Milano.

Alla presentazione del libro “Cinque in condatta” molti manifestanti hanno contestato la Gelmini.

Questi sono gli autori di oggi.

Il Direttore Giordano, sommo intellettuale del Paese, Il Ministro Gelmini e il fido scudiero Confalonieri.

Ottima la carriere dell’intellettuale Giordano: “Da commentatore di partite su Italia 1 a Direttore del Giornale della Famiglia Berlusconi.

Ma quando mai si è interessato di cultura con la C maiuscola?

Il Curriculum della Gelmini? Lasciamo stare.

Questi signori dovrebbero rappresentare l’editoria italiana?

I grandi intellettuali?

Ma per favore.

Scandalizzata la Gelmini: “Quando si impedisce la presentazione di un libro, la si dice lunga sullo stato della democrazia”.

Peccato che a contestare erano chi la scuola (e la riforma Gelmini) la vive sulla propria pelle, ovvero docenti e genitori.

Non certo il solito gruppettolo di Sinistra.

Si domandasse la Gelmini di chi è la colpa dell’attuale stato della Democrazia italiana.

Nel blitz docenti e genitori di Rete scuole hanno gridato slogan di “Buffoni” e “Gelmini bocciata”.

D’altronde si raccoglie quello che si semina.

L’era ura!…

 

 

Gelmini e Giordano contestati a Milanoultima modifica: 2009-06-16T08:19:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Gelmini e Giordano contestati a Milano

  1. Credo che tu abbia un concetto un po’ sfocato di democrazia. Se è giusto poter contestare è altrettanto giusto farlo in modo democratico ed educato. I tuoi giudizi sui protagonisti sono un po’ puerili ed antidemocratici, ma perchè io non avendo una cultura con la Cmaiuscola non potrei scrivere un libro? Ma chi l’ha stabilito? Tu?
    Io ho 2 figlie che vanno a scuola e la riforma della Gelmini la trovo la cosa migliore fatta dai governi degli untimi 40 anni per il settore dell’istruzione, se mi togliesse anche le mini lauree la quoterei assolutamente. Ricorda i buffoni spesso sono quelli che lo gridano..

  2. ti possono chiamare fascista,urlatore o exstraterrestre;io ti dico grazie Piero e company , perchè hanno addormentato una nazione con il loro potere e con la complicità silenziosa di tanti quaquaraqua politici di destra/sinistra/centro/sotto/sopra/nelmezzo……..ora basta ………..non mollare mai non sei solo.

  3. @ aramis

    Non ho detto che chi non ha una cultura con la C maiuscola non può scrivere un libro. Dico che Giordano grazie al fatto che è Direttore del Giornale di casa Berlusconi presenta con più facilità i libri sponsorizzati dalla Mondadori (di proprietà sempre di Berlusconi). Non ci noti qualcosa di anomalo? Che poi la riforma sia giusta o sbagliata ogniuno ha le sue idee, ma secondo me sono solo tagli di soldi pubblici. Riguardo allo scrivere libri c’è un ottimo servizio su “ilmiolibro.it” dove ogniuno può pubblicare il suo libro, liberamente e senza condizionamenti della Mondadori.

Lascia un commento