L’Aquila: vietato manifestare contro Berlusconi. Le Verità Nascoste

Vietato manifestare contro Silvio Berlusconi, presidente del consiglio.

Sequestrato uno striscione a L’Aquila.

Bisogna assolutamente nascondere le verità di questo Governo.

Lapidarie le parole di un agente in borghese “Quello che bisogna fare lo decidiamo noi, ok?”.

L’Aquila: vietato manifestare contro Berlusconi. Le Verità Nascosteultima modifica: 2009-08-09T16:24:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “L’Aquila: vietato manifestare contro Berlusconi. Le Verità Nascoste

  1. Io gradirei sapere chi scrive delle vere falsità su Berlusconi. Nessuno a mai proibito di manifestere contro il governo, io sono stato all’Aquila e solo alcuni sfaccendati comunisti vogliono manifestare contro perchè sono come le pecore ubbidiscono al sindaco comunista.non hanno mai una propria opinione i comunisti camminano in branco
    Renato Innocenti Livi

  2. Caro Renato Innocenti Livi, ma non credi che questa storia alla lunga scocci? In Ogni manifestazione contro Silvio Berlusconi ci sono sempre “sporchi Comunisti”? Sarebbe come dire che tutti quelli che protestavano contro Prodi, quando era al Governo fossero tutti Fascisti. Non ti sembra poco coerente? Ma anche se fossero comunisti perché vietargli di manifestare o di esporre uno striscione? I fatti parlano da soli. Le “pecore” come le chiami tu, quelle ragionano con il proprio cervello non certo con quello del sindaco. E abbi più rispetto di gente che stà soffrendo e che vive nelle tende. Le falsità sono quelle che dice il caro Silvio, soprattutto quando mente spudoratamente e si santifica da solo. Quando toglierete dal vostro cervello la merda che vi impedisce di farlo funzionare?

Lascia un commento