TG1: Minzolini caccia tre giornalisti

rai_minzolini.jpg

Il direttore del TG1 Augusto Minzolini ha cacciato dal TG1 tre giornalisti: Tiziana Ferrario, Paolo Di Giannantonio e Piero Damosso.

La loro colpa? Non aver sottoscritto il comunicato in cui il TG1 non accettava i processi in Tv (nella fattispecie quello di Mills).

La scusa di volti nuovi non regge, al massimo verrano presi da qualche trasmissione Mediaset.

Minzolini, uomo fidato di Berlusconi, sta piano piano assoggettando al volere del premier il TG con più spettatori.

Ormai vedere una notizia “normale”, non narcotizzata è impresa ardua.

Si parla di tutto (gadget, che libro leggi, dove vai in vacanza, la dieta di primavera, ecc) tranne che di quello che accade in Italia: lavoro, disoccupazione, famiglia, precariato, ecc.

Il TG1 è diventato il clone del TG4 di Fede.

Questa è la politica del Premier Berlusconi: oscurare tutto per trasmettere solo quello che gli italiani devono vedere, come Alice nel Paese delle Meraviglie.

La Libertà di Stampa al TG1 è lontana anni luce.

Noi abbiamo già da tempo spento i riflettori sul TG1, ormai telegiornale scevro di contenuti al pari del Giornalino scolastico.

TG1: Minzolini caccia tre giornalistiultima modifica: 2010-04-01T15:21:00+02:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento