La vergogna del paese: la Lega Nord

UnitaItaliaLogo.jpgUna vera e propria vergogna nel vedere gli atteggiamenti odierni degli esponenti e simpatizzanti della Lega Nord.

Questo è quanto riportano le agenzie stampa.

Padova

Un piccolo incidente ha turbato questa mattina la cerimonia dell’alzabandiera in Piazza dei Signori a Padova, cui assistevano il sindaco Flavio Zanonato e il prefetto Ennio Sodano. Una decina di esponenti del Movimento Veneti – Veneto Stato, al momento dell’alzabandiera, si sono messi a fischiare e a protestare. Immediato l’intervento dei carabinieri che hanno bloccato i manifestanti, una decina in tutto, e impedito pure che la folla indignata li aggredisse.

Torino

Nessun esponente della Lega Nord piemontese era presente questa mattina in piazza Castello, a Torino, alla cerimonia dell’alzabandiera, che ha dato ufficialmente il via alle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Francesco Speroni, capodelegazione della lega nord all’europarlamento, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.It dichiara: “L’unità d’italia non è un evento da festeggiare”. Anzi, “sarebbe stato meglio se non ci fosse stata perchè così la Padania sarebbe più ricca”. E ancora: “Quando ascolto l’inno di Mameli provo fastidio, perchè mi sento un pò oppresso da chi mi ha conquistato”. Infine: “non esporrei mai dal balcone di casa mia il tricolore”.

Il leghista Mario Borghezio, ha ribadito stamattina a Omnibus su LA7 la propria contrarietà all’istituzione di una giornata di festa nazionale in occasione del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia.”E’ fuori luogo buttare via tutti questi soldi. Il destino, il vento della storia porterà a due Italie.”Il destino, il vento della storia porterà a due Italie”.

La vergogna del paese: la Lega Nordultima modifica: 2011-03-17T12:17:00+01:00da articolo_21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento